mercoledì 26 novembre 2008

Dammi un pensiero




M'incammino lungo il sentiero e faccio strade sconosciute,
incontro volti nuovi e intrecciando pensieri come fosser foglie
perdo il senso del tempo...e mi ritrovo sola.
Mi avvolge la nebbia nel suo mantello
ed avvinghiandomi a lei come fosse la vita mia stessa
comincia a salire portandomi con se...
vana la speranza di tornare indietro nel mio tempo
che trasformato in statua di cera
si scioglie al fuoco acceso da un pensiero...
ma d'improvviso ecco, la pioggia ha lavato il mio viso
è mi sono ritrovata sul viale della vita
pronta per ricominciare.
Mi rialzo e vado via.
Alias

6 commenti:

gre ha detto...

complimenti!! molto bella!!!

Pupottina ha detto...

bellissima!

Alias ha detto...

Finalmente mi si è aperto un varco sull'orizzonte dei miei pensieri folli.Uno spiraglio di luce, fioca, ma pur sempre luce.
Grazie per i vostri commenti.
Alias

Follementepazza ha detto...

è bellissima davvero....sembra di poter toccare l'intoccabile cn queste parole...:-)

Squilibrato ha detto...

Tutto è bene quel che finisce.
Bene.

Grazie per la dedica, l'ho scaricata illegalmente dal web e l'ho ascoltata.

Io dedico a te il rumore che ho appena inserito nel mio blog. Passa a sentirlo. Con le orecchie e con la pancia.

La poesia che hai scritto è molto raffinata, sono contento si sia aperto un varco di follia. Ci si comprende/non comprende tra noi, poveri malati mentali dalla psiche altamente instabile.

"Parla per te", dice il mio amico immaginario.

Alias ha detto...

Grazie. M'inchino di fronte ai vostri complimenti, ma non troppo perchè oggi ho mal di schiena.Hi hi! :-)
Alias