mercoledì 29 dicembre 2010

Ho scoperto...ciò che so da tempo

Mi capita di svegliarmi la notte e nel buio riesco a 'vedere' meglio il significato di molte cose. Com'è accaduto anche questa notte: ho sempre saputo cosa mi interessasse nella mia vita...e ho fatto ciò che ritevevo fosse giusto per stare bene. Man mano che gli anni passavano, mi resi conto che c'erano altre nuove cose che attiravano la mia attenzione, e valeva la pena fare anche quelle. Nella strada della mia esistenza ciò che faccio e penso è il frutto di ciò che sono. Ho scoperto che amo poter dividere con gli altri le gioie, a volte anche i dolori. Ho scoperto che odio le ingiustizie, ma scoperto che anche odiare fa male. Ho scoperto che molto spesso sbagliavo, ma ho fatto di tutto per trovare la mia strada giusta, perchè non accadesse più. Ho scoperto che amo andare a lavoro, portare mia figlia a scuola, ho scoperto che molto spesso amo anche la noia, il silenzio...amo andare a fare la spesa in 2, odio lavare i piatti, ma amo cucinare. Amo la sera buttarmi sul divano e poter guardare la tv e quando mi giro, vedere che accanto a me ci sei tu...questo è il senso della mia vita, quella che vale la pena d'essere vissuta. Ho scoperto che amo alzare gli occhi al cielo, come se così riuscissi a respirare meglio. Ho scoperto che amo sognare, camminare, volare. Ho scoperto che sono di nuovo capace a piangere, e a volte anche solo per la gioia. Mi piace commuovermi. Mi piace ridere. Mi piace sentire quando mi scoppia il cuore. Ho scoperto ciò che sempre desideravo...

giovedì 23 dicembre 2010

Il tempo ruba

Lascia che sia

Il mio Natale..in un sorriso per te che leggi

Il mio Natale non è come gli altri...
c'è l'amore
la passione
la forza della ragione
Il mio Natale non è come gli altri...
profuma di primavera
anche se fuori c'è il gelo
Il mio Natale non è come gli altri
perché mi fermo solo dove c'è sincerità
coraggio
Il mio Natale non è come gli altri
perché ancora ho voglia di restare ad ascoltarti e ancora ho voglia di parlarti, e di stringerti le mani, e vederti sorridere ma...sopra ogni cosa...ho voglia di vederti sorridere...ancora una volta...sorridere. Per chiunque abbia voglia di alzare lo sguardo da terra e fissare negli occhi il primo volto incontrato per strada,
senza paura di cosa possa accadere...è solo un sorriso di BUON NATALE, per tutto l'anno...perché troppe cose durano solo un giorno; ma desidero che tu sia felice per sempre

lunedì 13 dicembre 2010

Eros e Psiche


Posai lo sguardo su di te
e li rimase il cuore
a scandire il tempo
che ci scolpì l'anima
con i detriti del passato
"Abbracciami!" disse Eros
ma Psiche si fermò sui suoi occhi
e il Tempo fermò il Mondo
e rimase a guardarli...

Meooo...oggi era una giornata no

lunedì 6 dicembre 2010

Senz'ali

Non piangere...che d'ali è fatta la livrea che indossano gli angeli, ma noi comuni mortali
fatti siamo di terra...
e sopra le nostre membra sorgeranno alberi,
e fiori,
e su di noi si distenderanno pascoli
e conteremo le mandrie...
e guarderemo il volo dei gabbiani, all'infinito.
Anche senz'ali sapremo vivere

domenica 5 dicembre 2010

Rapita

Come il moto di una tempesta
che agita il mare
Come il correre sulla neve e
sentire solo il passo
il respiro
Come l'eco delle note di un piano
che danzano in una sala vuota...
Guardo la meraviglia di un viso dipinto
con la passione di chi ama i particolari
e non li lascia fuggire al suo sguardo
In ogni tela vi è il suo pittore,
i suoi colori e la mano, tesa,
verso il visitatore come per rapirlo
col fascino della bellezza,
eterna,
impressa,
per sempre...
Terminato il suo lavoro
si volta e se ne va
verso il mondo che s'è disegnato tutt'intorno e tu...
affascinato, stregato, trafitto al cuore da tanta bellezza
rimani...ancora e ancora...
fino a sentirti mancare

giovedì 2 dicembre 2010

Per gli amanti dell'arte povera



Cappa in stile per cucina con penisola...perfetta per chi ha una cucina mansardata

Letto a castello con sponda



Per gli amanti del fai da te...ecco un modello di facile e "veloce" montaggio

Nuova collezione Ikea

Letto 1 piazza...e 1/2. Modello molto Robusto, si adatta ad ogni tipo di schiena, indeformabile. Trasporto e "montaggio" sono compresi nel prezzo.


Meteo

Qui a Torino il tempo fa schifo. Si gela...tutto, anche il cuore. Qualcuno ha per favore una borsa dell'acqua calda da prestarmi?! Anche un biglietto di sola andata per i Caraibi va bene :))

I sogni prima del domani

L'oscurità comincia a nascondere le mie gambe e distesa perdo la sensibilità di ogni altra parte del corpo...si chiudono gli occhi e cambia il respiro. Ad un tratto cado...più giù, più lontano di ogni posto si possa raggiungere con ogni mezzo. Tutto diventa più leggero e all'improvviso è aria...Vorrei poter volare per arrivare fino a te che puoi trasformarmi in niente o in tutto...ma fa presto, prima che venga il giorno, prima che venga luce, prima del risveglio, prima di tutto il resto, prima che mi renda conto che sto solamente sognando. Trasformami in qualcosa che non sia me.

martedì 30 novembre 2010

Camminando sul cuore...all'indietro...per essere felici

Ho chiamato l'ascensore voltandomi per l'ultima volta verso la porta di quella che avrebbe dovuto essere la mia casa...all'improvviso è come se fossi andata a trovare qualcuno e quella non fosse altro che una porta qualsiasi, di una casa qualsiasi, con dentro persone qualsiasi che probabilmente non avrei più rivisto...ma siamo noi i Qualsiasi. Con un semplice gesto ho continuato a camminare...anche sul cuore, all'indietro, per cancellare i fatti nel tempo...ma il tempo continua a corrermi dietro, allora io accelero...forse un giorno scoprirò di essere riuscita a fargli perdere le mie tracce e mi ritroverò con un immenso scatolone, proprio come ora, e guardandoci dentro troverò una sfera con dentro i Qualsiasi come me che si affannano a scappare dal tempo...ma nel frattempo sarò cresciuta ancora, con in mano un altro scatolone, con dentro una Qualsiasi che tiene tra le braccia una scatola uguale alla mia. Il tempo è sempre troppo poco...così ci ritroviamo tutti dei giganti con le nostre scatole con dentro i nostri piccoli sogni in costruzione a guardarci in faccia senza parlare...
...questo è il tempo per affacciarci alla finestra dell'universo e buttare al nulla i sogni oppure trasformarli in una realtà che sia piacevolmente vivibile. Credi, realizza e continua a camminare senza mai fermarti, qualunque cosa accada, se serve anche sul cuore, se serve anche all'indietro...se serve anche con uno scatolone, lasciando che il tempo si consumi da se...tanto passerebbe comunque, tanto vale essere felici.

domenica 28 novembre 2010

Con tutto il silenzio che serve...

Chiudo gli occhi e sogno di essere su un grande terrazzo che da sul mare,
il silenzio è perfetto ed è così facile stare bene:
è semplice come respirare, stupendo come il primo giorno di mare
...mi ritrovo a stendere i panni, mentre il sole comincia appena a scaldarmi la schiena
...resto immobile ad aspettare il tuo rialzo nascosta tra le lenzuola appese,
mentre il vento le agita osservo il tuo risveglio
...mentre siedi al tavolo per fare colazione,
mentre ti versi il caffè,
rubo al tempo questo attimo con tutto il silenzio che serve...
finché non ti accorgerai di me...ed ecco i nostri occhi e poi...
i nostri sorrisi

lunedì 1 novembre 2010

MAI SENZA L'ALTRO

Da bambina credevo che impegnandomi sarei riuscita ad essere perfetta, a non commettere mai errori, a non ferire mai nessuno, e che ragionando avrei saputo sempre quale fossa la scelta giusta in ogni occasione. Ero convinta che se solo avessi voluto avrei potuto cambiare il mondo(ora ne rido) ma ho finito solo per cambiare me stessa. Sapevo anche che per arrivare a tanto non potevo stare molto con gli altri, perchè non sarei riuscita a lavorare su me stessa. Così passavo del tempo ad osservare le altre bambine, seduta su un muretto della scuola, come se stessi guardando un film...e ho cominciato a vedere le loro vite. Le amicizie che si formavano, quelle che morivano, i loro discorsi. Alle elementari quando le insegnanti avevano dovuto scrivere il loro giudizio sul mio comportamento sulla pagellami avevano chiamata Diversa...Il mio era solo un modo per capire cosa mi dava fastidio nel comportamento degli altri;solo osservandolo potevo distinguerlo e cercare di non fare le stesse cose. Ma quella solitudine pian piano a cominciato a farsi un varco sempre più grande...finché mi sono resa conto che non riuscivo più a stare con gli altri.
Ho provato a essere Diversa perchè credevo che sarei stata felice in un luogo creato nella mia mente;
un posto perfetto dove avrei potuto correggere vita facendo gli errori, come una riga di matita da un foglio. Una solitudine disegnata attorno ai miei passi dal risveglio fino alla notte...pause di riflessione articolate da innumerevoli domande perchè sono sempre stata convinta che c'è una soluzione ai problemi,sempre una via d'uscita...ma quando ad un tratto la via d'uscita non si vede? Tutt'intorno comincia a diventare astratto, tutto viene inghiottito dall'oscurità, e il fiato comincia a farsi sentire, e il cuore bussa sovente, e la notte diventa un rifugio dove l'anima si perde sperando di essere ritrovata da qualcuno, che ci abbia visto, che ci possa abbracciare, mostrare che una strada c'era ancora ma eravamo noi a non vederla, perché stanchi, di tutto, della Solitudine, di noi stessi, ma mai dell'Altro. Quella parte di noi stessi che ci ha lasciato un vuoto perché dentro un'altra persona. Un incastro di pezzi per completare un quadro perfetto per l'esistenza di ognuno di noi. La ricerca dell'Altro...per tornare a vivere

Uno spazio per ridere

martedì 26 ottobre 2010

UN SALUTO PER TUTTI

ECCOMI QUA!!!! DOPO QUALCHE MESE DI ASSENZA SONO RITORNATA E SE DEVO ESSERE SINCERA, QUESTO PICCOLO ANGOLO DI SCRITTURA MI E' MANCATO...E MI SIETE MANCATI ANCHE VOI...

domenica 25 luglio 2010

Mi piacerebbe vedere questo film!!!

Sandra Bullock mi è sempre piaciuta. Mi piace il suo viso e pare anche simpatica...

sabato 24 luglio 2010

Voglio il tuo respiro

Se solo Poesia potesse parlare
ti travolgerebbe con la sua passione,
ti divorerebbe gli occhi con le sue parole,
le labbra per la voglia di sentirsi uscire dalla tua bocca,
le mani per farsi toccare.
Poesia brama il corpo sinuoso che si staglia contro la luce,
vuole i tuoi sogni nell'ombra della notte
i tuoi segreti, il tuo odore, i tuoi occhi,
la tua attenzione.
Parole infinitamente belle, calde, astute, dolorose ma...
sempre pronte a entrarti nell'anima.
Se fossi Poesia ti tramuterei in parole,
e profumerei queste pagine perché possa tremare leggendoti
e sentir saltare il cuore fuori dal petto e ancora più su...
dalla Terra...
e vederlo girare attorno ad essa come impazzito in cerca del tuo respiro
per portarlo a me
e placarmi l'anima afflitta da Desiderio.
Inquieta, stanca Poesia
si posa e si riposa nel mio petto, ascoltando il tuo respiro...
e tutto tace.

Molto spassoso

Quando voglio farmi due risate, faccio un salto sul blog di Silvershado e ci trovo video divertenti come questo!!
http://silvershado1.blogspot.com/2010/07/trappola-per-topi.html#links

giovedì 22 luglio 2010

...come un dolce sogno...

Tu sei ciò che io desideravo...pace, tranquillità, amore, affetto, gioia...tutte queste cose le ricevo da te e vorrei poterti rendere felice tanto quanto lo sono io, ma ho a volte paura di non esserne in grado, a volte ho semplicemente timore di svegliarmi al mattino e scoprire che eri solo un sogno...un dolcissimo sogno

mercoledì 21 luglio 2010

SOS

Sono due notti che non riesco a dormireeeeeeeeeeee!!!!!!!!!! Help! Qualcuno mi canti una ninna nanna :)

martedì 20 luglio 2010

Amico/a

L'amicizia senza la LEALTÀ è come una foglia in preda al vento...cambierà direzione mille volte.

lunedì 19 luglio 2010

Bella

Parla con me il giorno,
mi parla di sogni, di speranza,
di colori visti con i tuoi occhi, di te.
Il giorno ti ha vestito di luce,
e mi mostra la strada per raggiungerti
dove nascondi in lunghi silenzi pianti tramutati in rughe.
Persa in lunghi vestiti, segnata dal tempo...
un tempo che non ha mutato il tuo sguardo,
rassegnata a un corpo che non ti apparteneva più.
Il tempo è passato e ti ha lasciato un soave profumo di vita,
perché è ancora giorno.
Per sorprenderti ancora giovane guardavi il tuo riflesso in uno specchio,
ma non corrispondeva a ciò che sentivi.
Ti guardavi intorno come se l'aria potesse ridarti ciò che hai già vissuto.
Ma tu che eri bella nei tuoi ricordi
resterai bella in eterno nei miei.

Un'idea molto carina da parte di Gabe!!!!

http://colorieparoledigabe.blogspot.com/2010/07/festeggiamo-in-allegria.html?showComment=1279567551852_AIe9_BGUP15H6BgGa6J49P59qvRBtOflKEcjrQwTdq7p0tfwU4ykPltljWpwT_xEgzTGe35U

domenica 18 luglio 2010

Linee di vita



Chiuderò gli occhi e proverò ancora a immaginare te, tanto da poterti sentire.
Proverò a toccare le tue mani e seguirne con le dita le linee profonde...
e continuare ancora con le dita a seguire i tratti del tuo viso
e ridisegnarti nella mia mente con perfette linee di luce.
Scoprire i tuoi occhi che si accendono con un sorriso e tutto il volto si illumina.
Tra i segni del tempo abbiamo qualche segno in più anche nel cuore.
Attorno alle tue labbra compaiono due pieghe che sono una cornice per il tuo sorriso; un quadro che vorrei dipingere per altri mille anni.
La vita è un immenso gioco d'azzardo dove ci siamo vinti per un'altra strana coincidenza di strade che si sono incontrate...e si sono abbracciate
aspettando noi

martedì 13 luglio 2010

Fa caldo anche per lui



Stavo passeggiando con mia figlia quando ad un tratto lei mi dice:" Mamma guarda! C'è un cane nella fontana!" E io le dico:"Ma no, è troppo fermo, deve essere una statua". Questo cane è incredibilmente pacioccone. Impossibile non strapazzarlo. Lo abbiamo fatto noi per 3 ore.

Il pescecane

lunedì 12 luglio 2010

Abbiamo molto da imparare, forse in certe cose, ancora tutto

Ho trovato questo video sul blog di Fabio (Vivi Zen). Affrontare la vita con coraggio e gioia anche quando ci sembra impossibile, ci rende più semplice vivere. Trovare il coraggio non è sempre facile, quando non è facile neppure guardare in faccia questo ragazzo. Ma molto spesso è proprio la positività di queste persone a darci la carica per superare certi momenti. Ma non dovrebbe essere il contrario?

sabato 10 luglio 2010

Il ghiro

Ai giorni nostri, di qualcuno che dorme profondamente, col respiro tranquillo e l'espressione beata, si usa dire che dorme come un ghiro. Ma all'inizio del mondo il ghiro dormiva poco. D'inverno viveva giorni agitati e notti di paura.
Per chi non lo sapesse, la sua pelliccia era rossa con lunghe striature nere sulla schiena. Di che cosa aveva paura il ghiro? Aveva paura del freddo, del silenzio invernale, delle solitudini senza fine nei boschi pieni di neve. Non che gli mancasse di che scaldarsi, il suo pelo per questo bastava di gran lunga, era invece l'ansia e l'angoscia a non farlo dormire.
Il ghiro amava il sole, il caldo, le buone compagnie. tutto questo nei mesi gelidi gli veniva a mancare di colpo facendolo precipitare nella più cupa afflizione. Molti animali andavano in letargo e dormivano beati, altri si muovevano poco, altri ancora non mettevano fuori il naso dalle tane. Solo volpi e martore battevano le notti invernali come dannati in cerca di cibo. Ma con quei vagabondi il ghiro non andava d'accordo. Era gente aggressiva e soprattutto solitaria. Animali che bastavano a se stessi, vivevano senza necessità di amici o d'incontrare alcuno. Esattamente all'opposto del ghiro che aveva bisogno d'affetto e di compagnia.
Venne un inverno rigido con metri di neve e un freddo che faceva scoppiare i faggi. Percosso dalle sue malinconie l'animaletto cadde in depressione e si lasciò andare.
Non ce la fece a reggere tanta desolazione, crollò sulla neve indurita dal gelo e aspettò. Voleva morire e ci stava riuscendo.
Il Signore ebbe pietà per la povera bestiola e mandò in suo aiuto gli animali del bosco. Ma neanche loro riuscirono a smuoverlo. Allora fece cadere una formidabile nevicata. I fiocchi lo coprirono per un metro come un caldo piumino. E là sotto, protetto dalla neve, il ghiro dormì pacifico per tutto l'inverno. Si svegliò al disgelo di primavera, accorgendosi che la sua pelliccia, per il lungo sonno sotto la neve, era sbiancata diventata grigia. E tale restò.
Da allora il ghiro non è più in preda dalle malinconie invernali perché si addormenta ai primi freddi e si sveglia al canto del cuculo.
(Da "Storie del bosco antico" di mauro Corona)

martedì 6 luglio 2010

WoW! Che caffè

IL SOLE DI DOMANI


Mi aspetto che domani ci sarà un qualcosa che mi rubi un sorriso da dentro l'anima.
Mi aspetto che domani riuscirò a scoprire qualcosa di nuovo di me stessa.
Mi aspetto che domani potrò sentirmi tremare da un'emozione.
Mi aspetto che domani sarà una giornata normale, senza dolori, senza liti, senza troppe parole.
Mi aspetto che domani incontrerò persone nuove.
Mi aspetto che domani qualcuno scopra quanto sia bello vivere.
Mi aspetto che domani qualcuno scopra quanto sia bello lasciarsi vivere.
Mi aspetto che domani tu sia felice, che sorrida sapendo che non sei da solo.
Mi aspetto che domani guardando nel cielo, brilli forte il sole, perché anche se sarà una caldissima giornata, il sole di domani ti mostrerà ciò che io non sono in grado di dirti a parole; che nel profondo di questa vita piena di alti e bassi, c'è sempre un momento in cui le cose vanno per il verso giusto, l'importante è non cambiare strada per non perdersi; che ogni mattino c'è luce grazie al sole e la sua luce è per te, per mostrarti come sono le cose di giorno...sono belle come un sorriso regalato, come un giorno passato assieme, sono belle come noi.
Mi aspetto che il sole di domani ti faccia sorridere come io sorrido prima di addormentarmi pensando al domani che già conosco, perchè è dentro di noi.

lunedì 5 luglio 2010

Guardandoti

Mi hai destata da un sonno troppo lungo.
Sospesa tra un mondo di speranza e uno che disprezzavo per metà.
Per te che hai acceso la luce e riempito quella stanza della mente che tenevo sempre all'oscuro.
Per te che riesci a farmi appannare gli occhi con un sorriso, come se senza parlare dicessi tutto...
vorrei forgiare questa sensazione di gioia e gratitudine e poterle dare una forma.
Un colore nuovo, un paesaggio sconosciuto, un fiore raro da poterti mostrare.
Un bacio, una carezza, un bel giorno da poterti far respirare col cuore a 1000.
Per ora solo una buona notte.

giovedì 1 luglio 2010

SOLO PER OGGI, ABBIATE PAZIENZA...

Stasera ho freddo. Il sangue è freddo. Lo stomaco duole. Le gambe tremano. Mi chiudo tra le spalle e mi faccio abbracciare da me stessa. Voglio ascoltare il dolore che cerca di guardarmi negli occhi. Provo a non farlo, ma insiste...così incontro l'altra me, con gli occhi iniettati di sangue; l'altra me, quella che odia il mondo, la Signora dallo sguardo di ghiaccio, dalle mani tremanti. Difficile tenere a freno l'odio, ma ricordo a me stessa la promessa che avrei sempre perdonato, per sentirmi libera. Chi non sa perdonare non sa realmente neppure amare. Ma lei mi provoca, vuole la guerra, la Signora vuole lottare...ma non ho forze a sufficienza. Mi sfida, sembra quasi che disprezzi anche me e cerco di prendere tempo parlandole. La Signora mi guarda con aria di rimprovero, quasi le faccio schifo. E' sorda alle mie parole. Non ascolta stasera. L'altra me è stanca e incazzata. "Aspetta Signora!"- le urlo -"cosa vuoi da me?".
Non esiste più quel guerriero che tu pretendi che io sia, non voglio lottare, preferisco stare a guardare gli altri mentre si premurano di perdere tanto tempo a parlare di me. Sono un disegno astratto che la natura ha nascosto tra i suoi rami. Mi perdo tra i raggi del sole e rimango in agguato all'ombra guardando la luna. Non esiste più odio, solo disperazione. Ma oggi la disperazione ha subito una trasformazione genetica, il canto d'odio della Signora sta producendo i suoi frutti, già si vedono i primi boccioli. Domani, domani sì, vi prometto che domani lo faro, state tranquilli che domani vi perdonerò...solo per oggi...ANDATEVENE A CAGARE!!!!

Ho scoperto cosa vuol dire avere degli "amici"

martedì 29 giugno 2010

MA CHE NOIA

A volte alcune persone ti fanno rimpiangere di essere nata. Che fatica vivere...uff...che fatica farli vivere... :-O

lunedì 28 giugno 2010

Non conosco rimpianti...

L'amore non conosce rimpianti...esistono solo attimi di follia che ci lasciano piccole cicatrici che ogni tanto ci ricordano di esistere tirandoci da un lato e sussurrandoci :"ricordati di me"...per non dimenticarti che vale "forse" sempre la pena di amare.

La strada è lunga

La strada è ancora lunga, potrebbe anche piovere.
Contando le insegne, viaggiando su questa autostrada
potrebbe anche restare il sole, potrebbe...penso.
Tra il cielo e la terra c'è un angolo dove chiudo gli occhi
per ricordare il tuo volto;
ogni dettaglio è legato a un sorriso.
Ogni dettaglio si lega al cuore, alle mani e alla mente.
Un profumo, un gesto, un istante, una frase...
Una parola per poterti raccontare quanto tempo sprecato a cercar ricordi,
per non dimenticarti.
Scrivo mentre escono dai balconi le voci, le risa, le urla dei bimbi che senti.
Hai visto cosa significa vivere? Ascoltare il dolore quando si sta male,
senza scappare finché scompare da se.
Sono qui mentre piove...sono qui...mentre esce il sole...lavorando, viaggiando...sono sempre qui...pensando, piangendo, ridendo...sono ancora qui...mentre cambia il mondo e noi invecchiamo

domenica 27 giugno 2010

PASSA...

...il vento, sfiorandomi
mi lascia inebriata a respirare l'odore di terra.
La vista si offusca.
Vorrei essere così leggera da poter fluttuare
nell'aria
e dondolare
come una foglia.
Lasciarmi andare, perdere i sensi
Poter affondare nelle sensazioni e nei profumi di questo bosco.
Perdersi e ritrovarsi innumerevoli volte,
come ecstasi di una forma di vita concessa a pochi.
Vivere, toccare, sentire...continuare a dormire e sognare...
in eterno, mentre il vento che mi stordisce continua a dondolarmi.

giovedì 24 giugno 2010

LA ROSA RUBATA.

Anni fa ho conosciuto un uomo di circa sessant'anni, che abitava nello stesso condominio di mia madre. Era molto burbero, ma una malattia, che in seguito lo ha portato alla morte, lo aveva cambiato. Tutti i giorni andava a fare una passeggiata, solo. Al ritorno lo vedevo spesso con una rosa rossa. Un giorno lo incontrai mentre stava ritornando a casa, ma lui non si accorse di me poiché ero alle sue spalle. La mia sorpresa è stata quella di scoprire che quelle rose le "rubava" da un giardino privato. La sua reazione nel vedermi è stata quella di un bambino colto sul fatto, ma poi sul suo volto è apparso un sorriso, un sorriso di gioia poiché sapeva che ad attenderlo a casa c'era la moglie. Tutti giorni coglieva una rosa per lei e tornava a casa cantando. Me n'ero dimenticata, ma oggi quando ho rivisto il roseto, una nota di malinconia mi ha assalita. Avrei voluto rivedere quell'uomo mentre rubava la rosa per sua moglie, ma non era possibile.

Molto interessante!!!!!

http://www.vivizen.com/2009/07/osho-lamore-e-il-dolore.html

lunedì 21 giugno 2010

Il timoniere del cuore

 
Posted by Picasa


C'è una nave che solca da anni un mare che non è fatto d'acqua , ma di carne e sangue.
Non ha vele di tela, ma di pelle.
Solca onde che non hanno una direzione, ma continuano ad agitarsi su se stesse.
Nei secoli ha interpretato infinite parti nel film della vita:
quella di nave passeggeri quando si è limitata a osservare la vita d'altri;
quella di nave da guerra nei momenti più duri;
d'ammiraglia quando si è lasciata guidare;
d'ospedale quando gli amici avevano bisogno di lei...ora è libera di navigare per se stessa
e decisa di trovare un'isola dover poter lasciar scendere il suo timoniere.
Ora è disposta a veder allontanare l'unico membro dell'equipaggio che lei abbia mai posseduto e che non l'ha mai abbandonata,
perché possa vivere su un'isola che gli faccia sentire ancora il profumo della vita prima che sia troppo tardi.
Caro cuore, ti lascio solcare il mare da sola, per un tempo sufficiente a trovare ciò che l'anima mia sogna da sempre.
Tornerò a prenderti quando le onde smetteranno di abbattersi su te
tornerò per consolarti quando ti arrenderai
tornerò quando sarà il momento di salpare e solcare un altro tipo di mare
un mare di polvere ...tornerò...
tornerò perchè Io sono il tuo timoniere e di me hai bisogno

domenica 20 giugno 2010

POLITICA E ISTITUZIONE DI IERI E DI OGGI; I "DIVERSI"

Tutto ciò che un tempo veniva considerato "DIVERSO" finiva al palo, sulla ghigliottina o al rogo. Era la paura della diversità. Ciò serviva alle autorita' che erano influenzati dalla chiesa per togliere di mezzo eventuali ribelli contro il sistema, e per togliere di mezzo chi sapeva qualcosa di troppo, secondo loro. Oggi non e' diverso. Utilizzano 3 modi:
1) Teoria di cospirazione...e t'arrestano
2) Ridicolazzano la persona e gli fanno perdere credibilità dichiarandolo matto (la tv oggi è
il mezzo)
3) Lo tolgono di mezzo comprandolo, ammazzandolo o minacciando la famiglia
Chiamamoli ROGHI MODERNI
Il bello è che tutto questo ce lo insegna la storia.
La domanda è: RIUSCIREMO MAI A RAGGIUNGERE UNO STATO DI PERFEZIONE SOTTO TUTTI GLI ASPETTI, POLITICO E SOCIALI?
Pure i porci se lasciati da soli e non in stalla con tanti insieme fanno i loro bisogni in un angolo e non si mettono dentro, a loro piace fare il bagno nel fango no nella merda. Noi invece continuiamo a galleggiarci dentro.

UN ATTIMO DI PANICO

AIUTO!!!!!!!!!!!!

Tutto è in noi

Lo sciamanesimo è per definizione lo studio e la pratica dei principi e delle tecniche degli sciamani, che mettono in relazione la propria Forza Vitale con lo spirito di ogni altro essere o cosa, umani, animali, vegetali, minerali o esseri celestiali.
Il progresso sociale è stato la definitiva separazione tra l'uomo e la natura. Nell'occidente industrializzato sta avvenendo una separazione tra gli enti e gli esseri, tra gli oggetti e le entità viventi.
Per la cultura sciamanica tutto è vivo e personale e noi siamo parte di un cosmo vivente che comprende tutto. La nostra relazione con tutte le cose è viva.Lo sciamanesimo mette in connessione l'individuo con la natura e con altri livelli di esistenza, e così facendo non cerca affatto di manipolare, controllare o sfruttare, ma piuttosto di promuovere una cooperazione e un sostegno attivo, evoluto, di tutte le forme di vita, in un atteggiamento reciproco di autosviluppo e crescita, che è l'evoluzione spirituale.
Lo sciamanesimo non ha nulla a che fare con il cosi detto "sovrannaturale", perché è essenzialmente una attività naturale e olistica; riconosce ogni cosa come un sistema energetico a sé, all'interno di un sistema energetico più grande; ogni piccolo sistema energetico è a sua volta collegato a quello di qualunque altra cosa, sicchè tutto merita lo stesso tipo di rispetto, in quanto ogni elemento ha un suo ruolo nel grande schema cosmico delle cose.
Non è un sistema di credenze; non si fonda sulla fede, ma sulla acquisizione di una conoscenza tramite l'esperienza. Il concetto di verità per lo sciamano si fonda sulla esperienza personale.Nello sciamanesimo, non si richiede di superare prove di fede né intellettuali; ci si limita a fare le cose per conoscerle. Per lo sciamano vi è solo la fonte di energia interiore che aspetta di essere risvegliata, e alcune linee guida necessariamente da rispettare per percorrere il sentiero.
Gli sciamani sono in grado di estendere i confini della loro consapevolezza trasferendo la propria coscienza in mondi interiori con tecniche di viaggio spirituale. Egli ha il potere di svolgere certe mansioni viaggiando spiritualmente in un mondo di realtà subconscia "inferiore", e di acquisire ispirazione e conoscenza viaggiando con l'Anima in un mondo di realtà "superiore".
Questi vari mondi coesistono con il mondo fisico ordinario e lo compenetrano, pur rimanendo nascosti agli occhi fisici e alle percezioni sensoriali abituali, in quanto essi esistono in altre dimensioni. Per questo il termine sciamano è stato tradotto anche come chi "cammina tra i mondi".

Tu

Non esiste regalo più bello del sorriso di chi ti vuole veramente bene.
Il tuo è semplicemente splendido

domenica 13 giugno 2010

La tristezza del "giorno" dopo.

Le fiamme bruciano i pensieri buoni lasciando spazio alla solitudine di prendere possesso della mia mente. Un debole rancore mi assale e mi rende incandescente e sofferente alla tua presenza. Nulla è peggio del suono della tua voce querula e meschino dei tuoi pensieri; l'ignoranza e l'arroganza di credere d'essere sempre
dalla parte della ragione. Il vento non tira sempre in una sola direzione, ma tu che non vedi oltre al tuo naso non puoi comprendere certo cosa sia un orizzonte. Dici sempre le stesse cose, fai sempre gli stessi errori e poi...le lacrime. Il miglior atteggiamento che sai tenere è quello della vittima.
Povero infante!! La nullità ti ha giocato un brutto scherzo e tu, continui a starle dietro, come un cane al suo padrone anche se lo bastona.
Prendi tra le dita anche solo un pezzetto di vita vera e assaggiala... No?
Ah, è meglio lasciarsi trasportare dalla corrente? Credo allora che tu abbia sbagliato sport, il rafting non fa per te che non riesci a stare sul gommone, figuriamoci nella tua pelle. E volevi la mia?!
Sentivo l'odore del tuo disprezzo verso le donne, la tua stupida concezione di cosa siamo, il tuo disprezzo verso chi si prende cura di te.
Io sono per te la faccia della terra opposta al sole
Guardami...perché non sono tua nemica, ma ti atteggi come se lo fossi; neghi il mio aiuto e mi sputi in faccia rinnegando ciò che dicevi che io fossi. Allora mentivi? No? Allora perché lo fai ora?
La stupidità umana è la donna che ti ha trasformato nel suo giochetto preferito.
Per sentirti bene hai bisogno di vomitarmi addosso le tue bestemmie...se questo bastasse per farti star bene... so sopportare molto di più... perché ciò che esce da te, ogni parola, ogni gesto, ogni sguardo mi scivola addosso. Stai diventando giorno dopo giorno un estraneo, quando ti vedo ti conosco sempre meno...forse un giorno arriverai e ti chiederò il nome.
Feriscimi, sei tu fragile, tu che continui a peregrinare di donna in donna come se noi avessimo il potere di trasformarti in uomo, come se custodissimo il segreto della tua felicità.
Sei come un bambino che tira la gonna della mamma, ma io non sono tua madre.
La tua assenza è la soddisfazione dei miei sensi, il tuo silenzio il piacere della mia mente, la tua lenta scomparsa un inno alla vita.
Ma ricordati...
tu...che pur di non scendere a compromessi stai abbandonando tua figlia, perché non sai cosa voglia dire amare gli altri dal momento che non sai amare te stesso.
Rinnega ciò che ha atteso un tuo risveglio in 6 anni della sua vita, e la tua sarà una morte lenta, fatta di solitudine, rimpianti, noia; un tempo scandito da ricordi martellanti che ti urleranno il dolore delle loro ferite, quelle che ti stai provocando da solo.
Hai scelto la tua strada e spero che ogni tanto ti volterai così la sofferenza tua un giorno sarà maggiore, come maggiore sarà la comprensione ad un vaffanculo di tua figlia. Perché desideri che lei non mi somigli, infatti non avrà pazienza a sufficienza.
Solo in quel tempo (forse) comprenderai le miei innumerevoli pretese, ma in quel tempo spero che Maria De Filippi sia già in pensione, perché se vorrai parlarle dovrai andare alla sua porta e se sarai costante nell'attesa, un giorno lei ti aprirà... forse.

martedì 8 giugno 2010

Altro ancora...

Vorrei dedicarti una canzone talmente bella che...
non esiste ancora
vorrei scriverti parole che ti facciano tremare come se...
fossi attaccato ad un martello pneumatico
vorrei poterti regalare qualcosa che ti renda veramente felice...
vorrei...vorrei...vorrei
tenere il tuo viso tra le mie mani,
darti un bacio sulla fronte,
stringerti come se fossi un maglione in un giorno di vento freddo,
vorrei poterti sussurrare la buonanotte in un orecchio...

L'armonia delle nuvole bastarde...

L'armonia di cui parli si chiama forse amore? Conosco altro che ci laceri dentro in quel modo? Sì, il dolore e la paura di perdere quel qualcuno...sempre amore è. Caro amico, ancora cerchiamo i sentimenti forti, ci aspettiamo che ci facciano scoppiare il cuore perché quando l'hai provato una volta, diventa come una droga...ma fai attenzione allo spacciatore che te la "vende", a volte è tagliata male...e ti uccide

domenica 6 giugno 2010

C'era una volta...e c'è ancora

C'era una volta un gruppo d'amici,
no scusate, c'è ancora...
La domenica si trovavano per pattinare un paio d'ore.
Il momento più bello era proprio al termine,
quando tutti uscivamo dalla pista e rimanevano solo loro
per una ultima gara di velocità.
Noi che ci gustavamo la gara dall'esterno ce li vedevamo
arrivare incontro e potevamo vedere bene le loro facce.
Si divertivano come pazzi ed era bello vederli.
Uno di loro era diverso, aveva negli occhi un qualcosa in più
che era stupendo perché ti rapiva e ti faceva sorridere.
Guardavo sempre le persone negli occhi e non avevo ancora mai visto
quella luce prima. Sono passati 17 anni e
quella luce c'è ancora, è sempre allo stesso posto
e brilla sempre allo stesso modo e continua a rapirmi...

Transformers...



Il cielo si fa spazio tra le nuvole per guardare
questa immensa valle.
Non si riesce a vedere un filo d'erba; tutto si ricopre dei piedi
di questa armata.
I miei guerrieri percorrono tanta strada da non poterne ricordare il ritorno.
Non hanno volto se non di corazza;
braccia di lega speciale e mani d'acciaio;
le gambe inarrestabili si muovono ad un ritmo perfetto ed il loro arrivo s'ode da lontano.
Tra i passi il silenzio.
Questo ritmo è scandito dal mio respiro.
La mia armata si muove durante i miei sogni e s'arresta al mio risveglio.
Percorrendo i paesaggi della mia fantasia, coglie le policromie dei tramonti e le luci d'alba, l'immensità di ogni sguardo incontrato, la bellezza dei sorrisi, l'impressione di un pianto, le note dei canti e dei lamenti, le risa...l'armata coglie gli attimi delle vite d'altri e me le mostra...
DATI, innumerevoli DATI che trasformano i miei sogni in attimi dove poter afferrare EMOZIONI, là dove ad occhi aperti non riuscirei neppure a vedere perche accecata dalla quotidianità.
Dati che entrano in me contro la mia volontà...
tutto si trasforma, tutto mi trasforma, ma ciò mi piace allora...
chiudo gli occhi
e lascio che sia...

Paper Chains-Moe Bandy

Guardarti negli occhi?

...è come perdersi in un deserto
e cercare un'oasi per riposare;
...è come volare in un cielo senza nuvole
e cercare un ramo su cui potermi fermare;
...e come incantarsi su un tramonto
e seguire con lo sguardo i raggi del sole
per vedere fin dove arrivano;
...è come salire su una montagna innevata
e sperare che al di là ci sia una vallata verde;
...è come quando all'improvviso c'è il buio
e allunghi le mani per non cadere;
...è come guardare il mare da un'alta roccia
e sentire quella voglia di lanciarsi;
...è come sentire il cuore che scoppia
e non poterlo fermare
perché non ha ancora terminato il suo canto;
...è come il vento che ti spinge sulla schiena;
...è come perderti
e poi ritrovarti

mercoledì 2 giugno 2010

Animali dentro...


A volte è necessario essere animali per saper vivere.
In alcuni giorni rifiuto di sentirmi un essere umano, se questo implica il non rispetto e la non eguaglianza

Run to you

lunedì 31 maggio 2010

Io e Lei



Io e lei. La complicità tra una me sognatrice e una me cosciente,
due persone uguali ma allo stesso tempo distinte,
ma talmente vere da domandarsi entrambe quale sia la realtà che sto vivendo ora.
Sogni,speranze,fantasie di un tempo che ritornano dal passato.
E se al mattino seguente mi rendessi conto che è tutto un semplice sogno di ciò che vorrei si realizzasse, invece...
...e se fosse tutto vero?
Svegliami, parlami, abbracciami, stringimi, dimmi...
...altrimenti lasciami dormire

moondance - nightwish

Over the hills and far away

sabato 29 maggio 2010

Vaca loca..muu muu...

Kui ...

Elu on ilus vaatepilt koos uudishimu laps otsib läbi akna;on ilus vaade muuli samas ootab kaunist päikeseloojangut;on ilus, kui ta on päikesepaisteline;on halb, kui sajab...aga kui sa oled seal ... see on lihtsalt hoopis teises valguses...selgem...kerge (La vita è bella vista guardando fuori dalla finestra come un bambino curioso, bella vista sul molo in attesa di un bel tramonto, bella, se è soleggiata, brutta, quando piove ... ma se ci sei ... è solo in una luce diversa ... ... una luce più chiara...ma leggera)

LAURA - Ultra (YouTube)

mercoledì 26 maggio 2010

Un mondo nuovo

Guarda la linea dell'orizzonte. Fermatici sopra, ora alza un piede e superalo...oltre c'è un mondo nuovo

martedì 25 maggio 2010

E secondo te...

...quando stò troppo zitta, cosa vuol dire?

Funziona

Bene io ci riesco fare un post

mercoledì 19 maggio 2010

Colorado Cafè - Chicco d'Oliva - 06/03/2008

Rammstein - Stirb nicht vor mir

Wo bist Du

IL NOSTRO TEMPO FERMO

Senti, respira, guarda ma poi,
fermati e chiudi gli occhi.
Lascia che il tempo rubi i suoi minuti al mondo,
mentre noi riposiamo
lontano da tutti
e ci concediamo un silenzio.
Fuori tutto corre, ma tu
chiudi gli occhi e lasciati guardare
perché i tuoi silenzi fermano il tempo e
il tempo resta immobile davanti a noi e
ci stà a guardare...un attimo senza respiro
un attimo eterno ed io
in quell'eterno ti vivo

martedì 18 maggio 2010

Amour

L'amore è un animale selvaggio,
ti annusa e poi ti segue sempre.
Si avvinghia ai cuori infranti,
e va a caccia di baci e candele.
Succhia forte dalle tue labbra
e scava tunnel fra le tue costole.
Cade soffice come neve.
Prima caldo e poi freddo;
poi fa male.
Amore, Amore
Tutti provano ad addomesticarti, ma alla fine Amore,
restano impigliati tra le tue zanne
L'Amore è un animale selvaggio...
morde, graffia e mi salta addosso.
Mi stringe con mille tentacoli
trascinandomi nella sua tana
Mi divora intero e poi
dopo tanti anni mi vomita.
L'Amore è un animale selvaggio.
Cadi sempre nella sua trappola.
Ti fissa dritto negli occhi.
Dal suo sguardo resti ammaliato.


martedì 11 maggio 2010

GOOD ENOUGH

Under your spell again
I can't say no to you
crave my heart and it’s bleeding in your hand
I can't say no to you

Shouldn't have let you torture me so sweetly
now I can't let go of this dream
I can't breathe but I feel

Good enough
I feel good enough for you

Drink up sweet decadence
I can't say no to you
and I've completely lost myself and I don't mind
I can't say no to you

Shouldn't have let you conquer me completely
now I can't let go of this dream
can't believe that I feel

Good enough
I feel good enough
its been such a long time coming, but I feel good

and I'm still waiting for the rain to fall
pour real life down on me
cause I can't hold on to anything this good
enough
am I good enough
for you to love me too?

so take care what you ask of me
cause I can't say no


lunedì 10 maggio 2010

C'è qualcosa di nuovo?






C'è qualcosa di nuovo all'orizzonte...chiudo gli occhi e
vedo del rosso come i petali di questo fiore che stringi tra le mani.
C'è qualcosa di nuovo all'orizzonte...chiudo gli occhi e
vedo del celeste...
un paio d'occhi...che parlano senza voce,
ma li sento lo stesso;
poi passa
e arriva qualcosa di nuovo all'orizzonte...chiudo gli occhi e
vedo del blu...come questo mare di notte che si agita
e le sue onde si abbattono con violenza su queste roccie...sembra
che voglia urlare qualcosa...ma poi...tutto scompare
come un disegno a matita cancellato
e arriva qualcosa di nuovo all'orizzonte..
mi volto e vedo un sorriso... e mi ci perdo dentro
e tutto diventa colorato
come un aurora boreale.
C'è qualcosa di nuovo all'orizzonte, mi volto
per cercare, per trovare, per vedere...
e vedo delle mani aperte verso di me...
chiudo gli occhi per sentirle...
all'improvviso...c'è qualcosa di nuovo all'orizzonte;
un profumo che conosco già, quasi impercettibile...
ti conosco già...chiudo gli occhi e
vedo quell'orizzonte nei tuoi occhi.
C'è qualcosa di nuovo...

Anywhere...?

Evanescence - Lithium Music Video



Lithium- don't want to lock me up inside
lithium- don't want to forget how it feels without
lithium- I want to stay in love with my sorrow
oh but God I want to let it go

come to bed, don't make me sleep alone
couldn't hide the emptiness you let it show
never wanted it to be so cold
just didn't drink enough to say you love me

I can't hold on to me
wonder what's wrong with me

Lithium- don't want to lock me up inside
lithium- don't want to forget how it feels without
lithium- I want to stay in love with my sorrow

Don't want to let it lay me down this time
drown my will to fly
here in the darkness I know myself
can't break free until I let it go
let me go

Darling, I forgive you after all
anything is better than to be alone
and in the end I guess I had to fall
always find my place among the ashes

I can't hold on to me
wonder what's wrong with me

Lithium- don't want to lock me up inside
lithium- don't want to forget how it feels without
lithium- I want to stay in love with my sorrow
oh but God I want to let it go

Goodnight



Buonanotte

Buonanotte
Dormi profondamente
Non più lacrime
Al mattino
Sarò qui
E quando diciamo buonanotte
Asciuga i tuoi occhi
Perché abbiamo detto buonanotte e non addio
Abbiamo detto buonanotte e non addio.

Tourniquet

Missing

I'm not your toy

martedì 4 maggio 2010

Nei miei paesi




Non amo definirmi ne Italiana ne Austriaca. So che vivo dentro questa magnifica e splendida Terra che il mio Dio mi ha costruito e che amo immensamente. Mi si spacca il cuore a vedere i tramonti su qualsiasi spiaggia,veder ridere le donne lungo il Gange, giocare i bambini sulla sabbia d'Africa, vedere gli animali che godono di poco. Sono cittadina di tutto il mondo e dovunque vado vorrei fermarmi perchè sento mio quel posto. La malinconia m'assale se devo partire perchè lascio il cuore nei miei paesi

lunedì 3 maggio 2010

Buona notte

E se...un gran sorriso

Amo il tempo che corre,amo il ticchettio dell'orologio,i secondi,i minuti,le ore.
Amo ogni istante che passa perchè sò che arriverai...anzi,
veramente sono io che stò arrivando
quindi apri la porta!!!!!
:)))))

Nebbia e pensieri

Mi sono persa cercando di intravvedere qualcosa di bello tra la nebbia,
sui balconi di questa città.
I ricordi stringono il cuore
mentre il sangue corre più forte
e il corpo si scalda di malinconia e tristezza.
Vedo la tua immagine che si staglia nitida contro un cielo nero
ma sparisci d'incanto, eri solo un miraggio
e mi rimane l'odore della nebbia.

giovedì 29 aprile 2010

E=mc2

Le parole hanno un volto

La scia di questa vita nostra s'è tramutata in schiuma di mare che scompare dopo pochi attimi...
ed è scomparsa anche la speranza
nella sabbia
ma sento ancora bussare alla mia porta...
il cuore si ferma...
è solo un attimo...
un attimo senza fiato
che sembra interminabile...
cade il silenzio...
solo il lontano ricordo dei nostri attimi fa ancora tanto rumore...
ma è solo rumore...
e nulla più;
ma lascio che la mia mente continui a percepire i ricordi
e credere ancora che siano sentimenti...
ma so che è solo un illusione...
non devo darle retta
solo andare avanti
come un cavallo che viene domato dentro l'acqua...
gli viene impedito di poter fare altre scelte,
può solo lasciarsi andare e seguire le nuove regole;
non sa che da quel momento la sua libertà è cambiata
ma c'è nuova vita anche per lui...
c'è nuova vita anche per noi
se saremo in grado di camminare dentro l'acqua,
se saremo in grado di uscirne,
se saremo in grado di lasciare tante orme sulle nostre spiaggie
fino ad arrivare al porto,
se avremo il coraggio di salire sulla nave, ma su quella nave
quella che ci porterà dove Dio vorrà farci arrivare...in mezzo all'oceano
delle nostre pazzie,
dove ci siamo detti tante cose,
ma realmente non ci siamo detti le parole giuste,
le uniche che avevano senso davvero,
davvero avevano un senso per noi,
ma non le abbiamo usate
le abbiamo abbandonate là, a marcire...
ad aspettare che le nostre stupide ansie
si plachino, si plachi l'odio e la follia dei nostri gesti.
Le nostre parole hanno un volto

domenica 11 aprile 2010

Cocktail senza ciliegia

Io posso scrivere tutte le parole di questo mondo, posso leggere tutte le tue innumerevoli spiegazioni, ma sono e rimarranno sempre e solo parole.
Sto male senza te è l'unica cosa che ha senso dire. Non dormo e non mangio, ma non me ne frega niente, perchè per la prima volta posso contare i battiti del cuore senza avvicinare la mano al petto. Ma lei è stufa di sentirsi dire che nella vita bisogna guardare avanti, perché é da quando è nata che lo fa e ha solo visto gli altri vivere mentre guardava loro farlo e sempre da sola.
Poi arrivi tu, e la simpatia si trasforma in altro. Ma c'è qualcosa di più...lo sguardo dei tuoi occhi, il suono della voce, l'odore inebriante della tua pelle, il tuo modo di fare; si è mischiato tutto ed è diventato un cocktail micidiale, tu. Sono rimasta a guardarti a bocca aperta come si fa con gli eventi catastrofici, perchè per me gli uomini erano tutti su un gradino più in basso del mio; invece tu no,ne hai guadagnati due. Per me guardare un uomo dal basso verso l'alto fa un effetto strano. E' ammettere di aver perso il confronto, di aver abbassato la guardia. Sono diventata vulnerabile, mi sento persa.

sabato 3 aprile 2010

AUGURI!!

AUGURI DI BUONA PASQUA A TUTTI!!!!

venerdì 12 marzo 2010

MERAVIGLIOSO



Sei come il mare...meraviglioso!

Tu

La pioggia si trasforma in lacrime sopra i miei occhi
che scivolano via
come gli istanti della vita
che cerco di tener stretta
ma mi scivola dalle dita
come te...che cerco disperatamente
ma non rispondi...e rimango ad aspettarti
qui. Dimmi solo perchè l'hai fatto...

venerdì 5 marzo 2010

Per te che non hai capito un c.... della famiglia

Se ti guardo, mi perdo

Il cuore scoppia, il sangue pompa.
Anche dire "Ti amo" non rende l'idea di cosa provo.
E' troppo poco, non serve a nulla.
Cerco un vocabolario nuovo,
oppure stò in silenzio e ti guardo negli occhi...
ma se ti guardo, mi perdo.

Per il cuore

mercoledì 3 marzo 2010

L'ode della sirena



L'ode che senti è l'anima del mio canto.
Tu che sei la sagoma dei miei sogni
ascolta...ascolta il mio canto.
Ti chiamo dai miei abissi
vieni...vieni a me...
splendida creatura.
Non troverai altro che un paradiso
ad attenderti su quest'isola.
Ho tinto il cielo così che
possa confonderlo con la tua pelle che bacerò;
ho profumato gli alberi per poterti inebriare.
Perderai i sensi tra le palme
e ti lascerò addormentato...
e starò a guardarti...
a guardare il tuo petto che si muove nel respiro.
Mi avvicinerò per sentire il soffio della tua vita
uscire dalle tue narici;
Potrò toccarti senza timore
non dovrò fuggire.
Potrò contemplarti all'infinito
non dovrò tremare ne abbassare lo sguardo.
Potrò sorridere
non mi vedrai...
ma io vedrò il tuo risveglio dalle mie acque.
Dalle profondità di questo mare ti vedrò vivere
e la tua vita sarà il mio sale.

domenica 28 febbraio 2010


TI AMO

Rabbia e amore

Mi sveglio da questo sogno
pensando a te che sei là,
così lontano, irraggiungibile,
intoccabile...
La rabbia si prende gioco di me.
Vorrei tornare a letto,
vorrei volare lontano
per sfuggire ai pensieri,
al desiderio che ho di te
chè sei la mia rabbia,
la mia follia.
Sei l'angoscia che mi sventra l'anima,
l'istinto primordiale di averti,
il mio primo stato d'animo del mattino
e l'ultimo della sera.
Sei il mio raggio di sole nella pioggia,
sei un oasi nel mio deserto mentale,
sei la mia primavera e il mio autunno,
la mia tempesta.
La rabbia si prende gioco di me.
Rimango seduta nella notte a guardare lo schermo spento
di questo computer e mi domando
quanto amore c'è in te...e m'assale la rabbia,
la voglia d'averti, di vederti e di poterti toccare,
abbracciare, baciare, sfiorare, guardare, ascoltare, sentire,
amare, chiamare, parlare, pensare.
Per rabbia e per amore
te lo chiedo...
non giocare con me
perchè cerco la nostra pace.

sabato 27 febbraio 2010

Un libro per comprendere

La vita è come un buon libro, la parte migliore è la fine
perchè non vorresti chiuderlo, ma rileggerlo perchè in fondo
è stato stupendo.

Rughe



Ho aspettato che tornassi con le onde,
ma ho atteso invano
e il mio viso è segnato dal tempo
dal sole e dal vento.
Ho aspettato il tuo ritorno
su questa riva della vita
su queste onde che hanno sepolto i miei piedi
sotto la sabbia.
Ho aspettato di vedere all'orizzonte te
inutilmente
mentre le rughe segnavano sulla pelle i solchi di una
inutile attesa, la mia.

mercoledì 24 febbraio 2010

La solitudine delle foglie



Cerco tra alberi e foglie qualcosa che mi faccia sognare
cerco tra i suoni una voce che mi faccia comprendere
se sono sola o se ci sei anche tu, ma sono solo foglie secche
che si abbassano per morire...
la solitudine ha mille colori

OMA UND OPA



Grazie infinite per le canzoni che mi cantavi. "Arrivederci Roma" con quel tuo accento tedesco, mi faceva tanto sorridere. Ciao

SONO UNA IDIOTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

martedì 23 febbraio 2010

FATTI SOLO AMARE



TI PENSO E MI SI SCALDA IL CUORE.
SEI LA PAUSA TRA I MIEI BATTITI
IL FIATO CALDO NELL'INVERNO
L'ULTIMO VOLO DELLA MIA VITA
SEI IL BLU DI QUESTO MARE
IN CUI VORREI AFFOGARE
SEI LA PARTE MIGLIORE DI ME.
FATTI DESIDERARE, FATTI TROVARE,
FATTI AMARE PERCHE' I NOSTRI GIORNI
NON SIANO VANI.
FAMMI CAMMINARE CON TE,
FAMMI STARE CON TE,
FAMMI PIOGGIA PER CADERE SU DI TE
E LAVARTI VIA OGNI TRISTEZZA
FATTI SOLO AMARE.............

lunedì 22 febbraio 2010

Per te

Ti prendo e ti porto via!!!



Ma dove vai, ma dove vai, tanto oramai sei mio...
Faccio così, passo di lì, ti prendo e ti porto via...
Ma dove vai, ma dove vai, anzi faccio così, quando passo di lì...
ti prendo e ti porto via...!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

sabato 20 febbraio 2010

Ti prenderò

http://alias-sanspapier.blogspot.com/2010/02/blog-post_20.html

La strada per il paradiso attraverso ai tuoi occhi

Le certezze




Il nostro passato si nasconde dietro a delle certezze, che diventano i muri della nostra società. Quando crolla un muro, la certezza diventa vulnerabilità. Quanto siamo in grado di affrontare quella situazione?

martedì 16 febbraio 2010

7000 CAFFE'

Cosa accade?

Ma perchè mi stà accadendo tutto ciò?
Una persona a me cara mi ha detto:"Tu hai accettato Gesù nella tua vita
ed hai chiesto a Dio di mostrarti la strada giusta. Vedrai che quest'anno
accadranno cose meravigliose".
Sì è vero,io credo a tutto ciò,ma mi viene naturale chiedermi :"Dio mi ha donato te?"
Se sì grazie! Sono felice!

Aspettando

Comme un poisson